Ossobuco alla milanese: la ricetta tradizionale

da | 17 Apr 2024 | Secondi

Ciao amici di ChefChef! Oggi vi portiamo nel cuore della Lombardia con un piatto che fa storia: l’Ossobuco alla milanese. Un tripudio di sapori, tradizione e comfort food che scalderà le vostre tavole e i vostri cuori. Prepariamo insieme questa meraviglia?

Certamente! Ecco una tabella con le informazioni richieste sull’Ossobuco alla milanese:

Caratteristica Dettaglio
Tempo di preparazione Circa 2 ore
Numero di porzioni 4 persone
Facilità di esecuzione Media

Ricordate che i tempi di preparazione possono variare a seconda delle dimensioni delle porzioni di carne e della potenza del vostro fornello, così come la facilità di esecuzione può dipendere dal vostro livello di abilità in cucina e dalla familiarità con i metodi di cottura lenti.

Ingredienti

  • 4 fette di ossobuco di vitello (circa 1,5 cm di spessore)
  • Farina, quanto basta per infarinare la carne
  • 50 g di burro
  • 2 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
  • 1 cipolla media, tritata finemente
  • 1 carota, tritata finemente
  • 1 costa di sedano, tritata finemente
  • 150 ml di vino bianco secco
  • 500 ml di brodo di carne (caldo)
  • 1 pomodoro maturo grande, pelato e tritato (o 200 g di pelati)
  • Scorza grattugiata di 1 limone (senza la parte bianca)
  • 1 spicchio d’aglio, schiacciato
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2-3 foglie di alloro
  • Sale e pepe nero, q.b.
  • (Opzionale) Prezzemolo tritato, per guarnire

Per la gremolata (condimento tipico milanese):

  • Scorza grattugiata di 1 limone (senza la parte bianca)
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente
  • Un ciuffo di prezzemolo fresco, tritato finemente

Questi ingredienti sono calcolati per servire un ossobuco a testa, per un totale di quattro porzioni. Ricordatevi di regolare le dosi in caso vogliate preparare una quantità maggiore o minore di ossobuco.

Istruzioni per la preparazione

  1. Preparazione della carne: Prendete le fette di ossobuco e fate dei piccoli tagli sui bordi per evitare che si arriccino durante la cottura. Salate e pepate leggermente su entrambi i lati, quindi infarinatele bene.
  2. Rosolatura dell’ossobuco: In una larga padella o un tegame, sciogliete il burro con l’olio d’oliva e rosolate gli ossobuchi da entrambi i lati fino a quando diventano dorati. Una volta rosolati, toglieteli dalla padella e metteteli da parte.
  3. Preparazione del soffritto: Nello stesso tegame dove avete rosolato la carne, aggiungete la cipolla tritata, la carota e il sedano. Fate soffriggere a fuoco medio fino a quando la cipolla diventa trasparente e gli aromi si sprigionano.
  4. Sfumatura con il vino: Alzate la fiamma e versate il vino bianco nel tegame, lasciandolo evaporare per un paio di minuti per sfumare la preparazione e far perdere l’alcol.
  5. Aggiunta di brodo e pomodori: Riportate gli ossobuchi nel tegame, aggiungete il pomodoro tritato, il rosmarino, l’alloro, l’aglio e coprite con il brodo caldo fino a coprire quasi interamente la carne.
  6. Cottura lenta: Portate a ebollizione, quindi riducete il fuoco e lasciate cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa 1 ora e mezza a 2 ore, girando gli ossobuchi di tanto in tanto. Se necessario, durante la cottura, aggiungete altro brodo per mantenere la carne umida.
  7. Preparazione della gremolata: Mentre la carne cuoce, preparate la gremolata mescolando la scorza di limone grattugiata, l’aglio tritato e il prezzemolo fresco.
  8. Ultimazione del piatto: Una volta che la carne è tenera e la salsa si è ridotta e addensata, spegnete il fuoco e cospargete gli ossobuchi con la gremolata preparata.
  9. Riposo: Lasciate riposare il piatto coperto per alcuni minuti prima di servire, in modo che i sapori della gremolata si possano amalgamare bene con la carne e la salsa.
  10. Servire: Trasferite gli ossobuchi nei piatti da portata, coprite con il sugo di cottura rimasto nel tegame e, se desiderate, guarnite con ulteriore prezzemolo fresco tritato. L’ossobuco alla milanese è tradizionalmente servito con il risotto alla milanese o con una semplice polenta.

Buon appetito! Ricordatevi che la pazienza è la chiave per questo tipo di piatti: una cottura lenta e amorevole vi ripagherà con un ossobuco tenero e pieno di sapore.

Conclusione

L’ossobuco alla milanese è un simbolo di convivialità e tradizione culinaria. Perfetto se accompagnato da un bicchiere di vino rosso robusto, come un Nebbiolo o un Barolo, esalta il suo sapore se servito con risotto giallo o polenta morbida.

Altre ricette che potrebbero interessarti

Coniglio alla ligure: la ricetta tradizionale

Coniglio alla ligure: la ricetta tradizionale

```html Ciao amici di ChefChef! Oggi vi portiamo nella splendida Liguria con una ricetta che racchiude tutto il sapore di questa terra: il Coniglio alla Ligure. Un piatto ricco di storia, pronto a conquistare i vostri palati! Ecco la tabella con le informazioni...

Ragù napoletano: la ricetta tradizionale

Ragù napoletano: la ricetta tradizionale

```html Ciao amici di CheChef! Oggi vi portiamo a Napoli, cuore pulsante della tradizione culinaria italiana, per svelarvi i segreti di un ragù che sa di famiglia e di domeniche in allegria. Prepariamo insieme il vero Ragù Napoletano! Aspetto Dettagli Tempo di...

Pesce in carpione: la ricetta tradizionale

Pesce in carpione: la ricetta tradizionale

Ciao amici di CheChef! Oggi vi portiamo nel cuore della tradizione culinaria con un piatto semplice ma ricco di sapore: il Pesce in carpione. Perfetto per chi ama i sapori intensi e le ricette che raccontano storie, questo piatto è un vero tuffo nel passato....